× Home Diocesi Albo Pretorio Storia della Diocesi Cronotassi della Diocesi Vescovo Mons. Giovanni Checchinato Stemma ed Esegesi Araldica Episcopato Omelie Interventi Vescovo Emerito Curia Vicario Generale Vicario Giudiziale Cancelleria Organi Consultivi Amministrazione Uffici Pastorali Ufficio per l'Evangelizzazione e la Catechesi Ufficio Liturgico Ufficio per la Pastorale della Carità e dei Migranti Carceri Ufficio per la Pastorale Sanitaria Ufficio per la Pastorale Vocazionale Associazioni, Movimenti e Gruppi Ecclesiali Ufficio per la Pastorale della Famiglia Ufficio per la Pastorale Giovanile e Oratori Ufficio Missionario e la Cooperazione tra le Chiese Ufficio per l’Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso Ufficio per la Pastorale Scolastica e della Cultura Pastorale Sociale e del Lavoro Ufficio per le Comunicazioni Sociali Confraternite Clero Presbiteri Capitolo Cattedrale Vita Consacrata Settore Vita Consacrata Istituti Religiosi Parrocchie Testimoni di Fede Don Felice Canelli Don Francesco Vassallo Padre Matteo d'Agnone Missione in Benin Missionari Fidei Donum Storia della Missione Missione di Cotiakou Missione di Wansokou NOTIZIE ALBUM FOTO LOCANDINE CONTATTI MODULISTICA Verso la Venerabilità del Servo di Dio Don Felice Canelli Oltre la Porta RENDICONTO 8xmille

22 Maggio 2021

Don Felice è Venerabile!

Il 22 maggio 2021, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in udienza Sua Eminenza il Cardinale Marcello Semeraro, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. Durante l’Udienza, il Sommo Pontefice ha autorizzato la medesima Congregazione a promulgare il Decreto riguardante le virtù eroiche del Servo di Dio Felice Canelli (1880-1977), Sacerdote della Diocesi di San Severo (Foggia-Italia).

S.E. Mons. Giovanni Checchinato, vescovo della Diocesi di San Severo ha manifestato tutta la gioia, appena ricevuta la notizia che Don Felice Canelli è stato riconosciuto dalla Santa Sede Venerabile.

«In questo giorno, vigilia della Pentecoste, abbiamo ricevuto il dono grande del riconoscimento, da parte delle autorità competenti della Santa Sede, delle virtù eroiche di Don Felice Canelli; questo passaggio, nell’iter del processo per la canonizzazione, fa ascrivere il nostro sacerdote fra i “Venerabili”. Ed è stato proprio lo Spirito ad animare con il suo “fuoco” l’anima sacerdotale di Don Felice appassionato di Gesù presente nell’Eucaristia e di Gesù presente nei poveri. È lui che scriveva: “Qual è il nostro altare? Il Tabernacolo del tempio e la mano del povero”. Se dovessi sintetizzare con una frase il suo ministero sacerdotale esercitato con instancabile carità pastorale, direi che, da cooperatore salesiano, ha vissuto in pieno la regola di don Bosco, e che da sacerdote è stato presenza viva di Gesù buon Pastore, che dona la vita per il suo gregge.

Preghiamo il Signore, per la gioia che ha concesso a tutti noi di essere testimoni della sua Venerabilità lungo la strada della su santità, che ci conceda di seguire il modello di fede autentica di don Felice».

La Causa di Beatificazione e Canonizzazione, promossa dalla Diocesi di San Severo e dalla parrocchia di Croce Santa, è seguita dalla Postulazione salesiana nelle persone di don Pierluigi Cameroni, Postulatore Generale, di suor Francesca Caggiano, Figlia di Maria Ausiliatrice, Vice-Postulatrice e della Dott.ssa Lodovica Maria Zanet, collaboratrice.

San Severo lì, 22 maggio 2021
santa Rita

Direttore Ufficio Comunicazioni Sociali/Addetto Stampa della Diocesi
dott. Beniamino PASCALE

DON FELICE È VENERABILE